CORTINA LIVE

Eventi, Fashion & Press

La cascata, quell'enorme massa di acqua che cade dall'alto, creando spesso arcobaleni e polle d'acqua ai suoi piedi, ha per molti un fascino ipnotico: come resistere allo scroscio dell'acqua e al brivido del salto?
Per gli appassiona di questi spettacoli della Natura, ecco 5 cascate delle Dolomiti tutte vicino a Cortina d'Ampezzo da visitare.

Una delle cascate più belle delle Dolomiti, la Cascata di Fanes
Cascata di Fanes Una delle 5 cascate delle Dolomiti più belle credits Gianfraco Goria Via Flickr

Cascata di Fanes, Cortina d'Ampezzo

Chi pensa che per vedere i canyon sia necessario volare dall'altra parte dell'Atlantico dovrà ricredersi: la Cascata di Fanes è nota tra i cultori del genere proprio per i suoi canyon che davvero non vi aspettereste di incontrare in Italia.
Con i suoi 90 metri di salto, la Cascata di Fanes è la più alta cascata delle Dolomiti e destinazione privilegiata di tour in bicicletta (avete già visto i nostri 5 percorsi in bici e mountainbike sulle Dolomiti?) che escursioni e trekking.
Per raggiungere il centro della gola da cui vedere la Cascata di Fanes, avete due alternative entrambe semplici e non pericolose:

  • via Ferrata Giovanni Barbara, che passa sotto la cascata per cui attenzione alla roccia bagnata
  • via Ferrata Lucio Delaiti che porta ad attraversare uno stretto ponticello sul torrente

Questo è anche il regno della trota fario che adora le acque spumeggianti dei torrenti e delle polle di acqua.

Cascata di Fanes
Camminare fino sotto alla Cascata di Fanes , Dolomiti Credits SnowServiceCortina

Cascata del Pissandro, Pieve di Cadore

Pieve di Cadore è nota per essere la patria del pittore Tiziano, ma non solo.
Da Nebbiù, la sua frazione, si può raggiungere in poco tempo, circa un 'ora a piedi, la Cascata del Pissandro con il suo salto di 30 metri.
Certo, la Cascata di Fanes ne misura 90 di metri, ma non fatevi trarre in inganno: cadere da trenta metri non è comunque uno scherzo e lo spettacolo delle acque che si tuffano nel vuoto vale ben la pena di percorrere quei pochi chilometri.
Se sarete fortunati, e silenziosi, all'alba e al tramonto potreste anche ammirare qualche stambecco che scende a valle a abbeverarsi.

Vedere gli stambecchi alle cascate delle Dolomiti credits Andrea Mantelli via Flickr
All'alba, alla cascata si possono scorgere gli stambecchi credits Andrea Mantelli via Flickr

Cascata della Comelle, Canale D'Agordo

A circa 1 h e 30 minuti di auto da Cortina, in località Canale D'Agordo, ecco la terza tra le cascate delle Dolomiti che vi proponiamo di visitare:la Cascata della Comelle.
La cascata è davvero suggestiva e facile da raggiungere: basta seguire, dall'abitato di Gares, il sentiero segnalato su cui sono stati messi dei gradini di legno per aiutare ad affrontare i punti più critici.
Le cascate della Comelle sono due, una alta e una "di mezzo".
Per salire sopra la cascata più in alto è necessario essere attrezzati per ferrate, ma per raggiungere la cascata di mezzo e quella alta senza salire sopra la difficoltà è davvero minima e un paio di scarpe da trekking saranno sufficienti.
Le cascate della Comelle sono belle da vedere sia in primavera ed estate, quando l'acqua cade e il vapore acqua rendono l'atmosfera iridescente che in inverno quando l'acqua ghiaccia.
La passeggiata per raggiungere questa cascata è adatta anche ai bambini.

Trekking sulla via delle cascate alle Dolomiti credits Snow Service Cortina
Trekking adatti per i bambini nelle Dolomiti, ad esempio quello per la Cascate delle Pile credits SnowServiceCortina

Cascata delle Pile, Calalzo di Cadore

Da Calalzo di Cadore si sale al Rifugio Capanna degli Alpini, da lì si segue per il Rifugio Galassi e si procede poi seguendo il torrente fino a raggiungere la Cascata.
Se la prima parte del percorso è davvero semplice e esposta al sole, dal Rifugio Galassi il percorso è spesso umido e quindi è bene fare attenzione.
La Cascata delle Pile e le pareti rocciose che la racchiudono sono davvero belle.
Per avere maggiori indicazioni e farsi raccontare un po' di storie sul luogo, dovete fare tappa alla Capanna degli Alpini.
Anche questa passeggiata alla Cascata delle Pile è adatta ai bambini che si divertiranno moltissimo a camminare sulle rocce e tra i massi.

I Cadini del Brenton nelle Dolomiti
I Cadini del Brenton credits Davide Del Col via Flickr

I Cadini del Brenton e della Soffia, Sospirolo

A circa 2 ore di auto da Cortina, ecco i Cadini del Brenton, 15 vasche scavate nelle rocce dalle acque del fiume Brenton che si tuffa nel Lago Mis, di colore verde smeraldo.
Anche l'acqua dei Cadini non delude: ad ogni ora del giorno assume colori diversi ed è uno spettacolo naturale incredibile.
Proseguendo, poi, nella passeggiata è possibile arrivare alle Cascate della Soffia e all'unico bar della zona che offre degli ottimi panini prosciutto e speck se avete già terminato il pic nic che vi abbiamo preparato in hotel!

E a fine giornata vi aspettiamo per una flute di spumante sulla terrazza o una bella cioccolata calda accanto al camino in stagione!

Condividi